Gli oli del Veneto

Il Veneto è una regione di grande produzione di olio. In particolare nella regione di Verona. A favorire la produzione di olio  sono la buona esposizione e la protezione dei terreni dalle correnti fredde provenienti dal Nord, in particolare nella zona del Garda. La produzione coinvolge anche i colli della Valpolicella, la Valpantena, la Val d’Ilasi, i Colli Euganei e Berici e le pendici del Monte Grappa.

Gli oli del Veneto della fascia costiera veronese sono simili a quelli della sponda opposta bresciana ma con un maggior carattere e maggiori note vegetali al gusto. La varietà prevalente è la Casaliva che garantisce una produzione costante ed è resistente al freddo. Altre varietà autoctone sono Favarol o Perlarol, particolarmente diffusa nella collina lessinica ma anche sulla sponda gardesana, Grignan, originaria di Grignano, Trep, Rasara.

Sui Colli Euganei troviamo una piccola ma interessante produzione destinata prevalentemente al consumo locale, ottenuta da olive Rasara, Marzemino, Riondella, Matosso.

Se negli ultimi tempi l’andamento della filiera ha visto in difficoltà regioni che hanno fatto la storia nella produzione di olio, in primis Puglia, Sicilia e Campania, il Nordest ha ottenuto risultati inaspettatamente positivi.

Non sono lontani gli anni nei quali il Veneto si dedicava ad una produzione di nicchia. Una crescita esponenziale ha portato l’olio a divenire un prodotto importante, le cui vendite hanno beneficiato delle richieste proveniente da Paesi esteri. Se l’area del Veronese concentra il 75% della produzione, anche il Vicentino e il Trevigiano sono stati oggetto di crescita con 7.000 aziende impegnate nel settore.

Le due principali zone a denominazione sono rappresentate dal DOP Veneto e dal DOP Garda, con la sottozona Orientale; la prima si ramifica con le menzioni geografiche Valpolicella, Euganei e Berici e Del Grappa. La produzione vede come assolute protagoniste, per quanto riguarda la Valpolicella, le cultivar Grignano e Favarol. Se la zona dei Colli Euganei e Berici vede nel Marzemino e Rasara le varietà di riferimento, la zona pedemontana del Grappa privilegia Leccino e Frantoio.

Logo del Consorzio di denominazione della DOP Veneto

L’olio extravergine di oliva Veneto Dop Valpolicella è tendenzialmente è un fruttato leggero, amaro e dal retrogusto muschiato. Le caratteristiche del Veneto Dop Colli Euganei e Berici sono quelle di un fruttato intenso con leggera sensazione di amaro. Infine sempre per la Dop Veneto, menzione geografica del Grappa, troviamo oli con diverse intensità, fruttati con sensazione di retrogusto amaro.

L’olio Veneto Dop è caratterizzato in generale da un’ampia gamma di sapori che lo rendono adatto al consumo a crudo in abbinamento a piatti di pesce e verdure.

L’olio extravergine del Garda Dop Orientale, è invece ottimo come condimento a crudo su carni bianche e pesci di lago, verdure lessate, minestre di fagioli e passati di verdure. Grazie alla sua delicatezza può essere impiegato in pasticceria o addirittura in accompagnamento ai gelati.

Copyright © 2017 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. All rights reserved