L’extravergine “vulcanico” di Colli Etruschi

Nel territorio del vulcano Vico, sulle pendici Sud-occidentali si trova la cooperativa Colli Etruschi. Nata nel 1965 grazie all’iniziativa di 18 olivicoltori che, uniti dalla passione per la terra e l’agricoltura hanno deciso di unire le forze costituendo un’agricola di altissimo livello. Il nome “Colli Etruschi”  è un omaggio a questa terra antica in cui i Tusci hanno portato la coltivazione dell’olivo.

Territorio

La Tuscia è un luogo che per anni è stato dominato dagli Etruschi che riuscirono a dare vita ad una società che ricordiamo ancora oggi attraverso i monumenti e le opere architettoniche. Un territorio che grazie alla terra e all’agricoltura riesce a rendere omaggio all’Italia.

Grazie all’olio extravergine e alla qualità dei prodotti si riesce infatti a far conoscere un territorio che per anni è rimasto nell’ombra.

L’olio extravergine insieme a numerosi prodotti della terra è stato simbolo di rinascita del territorio della Tuscia.

La cooperativa ha sede a Blera, territorio impervio ricco di Tufo Rosso e scorie nere vulcaniche. Il territorio della Tuscia si distingue principalmente per i residui vulcanici e le colate laviche. Un luogo magico e ricco di storia oltre che di prodotti del territorio di qualità altissima. Insomma un luogo che merita di essere visitato.

Storia

Nel lontano 1965 un gruppo di agricoltori, in particolare olivicoltori decise di abbattere le barriere campanilistiche unendo le forze e costituendo questa Agricola che oggi è diventata eccellenza nel campo dell’olio extravergine di oliva. Gli anni ’60 non erano ancora gli anni del pieno boom. Non ci trovavamo ancora in un’epoca dove il mercato era dominato dagli scambi con l’estero. La cooperativa produceva principalmente per il territorio locale e il condividere un territorio in comune era un’impresa che pochi avrebbero affrontato. Eppure il rischio ha ripagato l’audacia. Negli anni ’80 e ’90 infatti i soci della cooperativa decisero, dopo studi approfonditi di iniziare a commercializzare l’olio extravergine al di fuori del territorio Tuscia riscuotendo un enorme successo.

Nicola Fazi è l’iniziatore di questa avventura e grazie a lui infatti si sono decise le nuove strategie di vendita. Ancora oggi guida 350 soci riuscendo a creare un olio extravergine di altissima qualità.

Ad oggi, i soci dell’agricola Colli Etruschi hanno come obbiettivo primario il mantenimento dell’alto livello raggiunto dall’olio extravergine. La valorizzazione del territorio e la sostenibilità sono le altre due basi su cui si fonda la cooperativa.

L’olio extravergine di oliva

L’olio extravergine che viene prodotto, viene creato nel rispetto dell’ambiente. La sostenibilità è infatti un valore fondamentale per questi soci che, oltre a creare un prodotto qualitativamente elevato rispettano l’ambiente in ogni sua forma.

Sono riusciti a ridurre il consumo di acqua a zero utilizzando le acque di vegetazione, l’85% del fabbisogno dell’agricola viene soddisfatto da un impianto fotovoltaico all’avanguardia e utilizzano il paté come biomassa per produrre energia pulita.

In prevalenza coltivano olivi di cultivar Caninese, una varietà autoctona da cui si ottiene un olio extravergine territoriale caratterizzato da sentori di cardo e erbacei. La Caninese e l’olio da cui ne deriva è espressione del territorio della Tuscia e ha un sapore inconfondibile. Le altre cultivar che vengono impiegate per fare l’olio extravergine di oliva sono il Frantoio e il Leccino.

“Dalla natura riceviamo la materia prima, le olive, che trasformiamo con amore e professionalità in olio”

La punta di diamante della produzione si ha con l’ eVo, un prodotto unico nel suo genere. Bastano poche gocce nel piatto per catapultare l’immaginazione direttamente al territorio della Tuscia. Si perché quando l’olio extravergine è di alta qualità non c’è bisogno di esagerare.

Un monocultivar di Caninese Dop è caratterizzato da complesso sistema di sentori erbacei, ma anche di cardo. Un fruttato intenso perfetto per finire un piatto a crudo. Indicato per un’insalata di legumi, piuttosto che un antipasto a base di Salmone o i Molluschi gratinati.

Olio extravergine di oliva Tuscia "eVo"
Olio extravergine di oliva Tuscia “eVo”

Il multivarietale della cooperativa è il “Classico“. Un blend di Caninese che non può mai mancare, di Frantoio e Leccino. Un “Classico” senza tempo, un connubio di sapori intensi e vegetali. Un fruttato medio da abbinare a piatti a base di pesce persico, verdure cotte ma anche crostacei alla griglia.

Olio extravergine di oliva "Classico" Colli Etruschi
Olio extravergine di oliva “Classico” Colli Etruschi
 Copyright © 2017 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.