La Cà dal Nôn: quattro generazioni di pura qualità

Oggi ti presentiamo un nuovo produttore di Aceti di qualità superiore: La  dal Nôn

La Cà dal Nôn produce puro Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP da ben quattro generazioni; infatti il nome, che in dialetto modenese significa “Casa del Nonno”, è dovuto al bisnonno Alfonso che per primo nel sottotetto di casa, avviò le batterie di botti a Vignola.

La storia di La  dal Nôn: aceto di qualità da quattro generazioni

L’acetaia della Cà dal Nôn si trova a Vignola, a metà strada fra Modena e Bologna, custodita nei solai di una antica casa in sasso le cui origini si perdono nella notte dei tempi. E proprio come la casa che la ospita, l’acetaia è un vero e proprio mondo senza tempo; tempo che si rivela essere un elemento molto importante per un mastro acetaio insieme all’esperienza. Vittorio, nipote di Alfonso, ha seguito le orme del nonno e con passione trasforma pian piano il mosto d’uva cotto che nasce dolce e fruttato in un prodotto dalla grande struttura, acidità e profondità.

Negli anni La Cà dal Nôn dall’avere solo una piccola batteria posta nel sottotetto di casa, si è trasformata in una vera e propria azienda agricola grazie anche all’impegno e alla dedizione che la famiglia Montanari ci ha messo. Oggi Mariangela e Michele, bis nipoti di Alfonso hanno selezionato alcune linee dedicandole ai nonni Franco e Demetria e al papà Vittorio.

L’intero ciclo di lavorazione è seguito in prima persona da Vittorio e Mariangela, seguendo e prendendo spunto dall’andamento delle stagioni.
Infatti, in autunno la raccolta e la pigiatura dell’uva precedono la cottura del mosto. Il mosto impiegato per l’ottenimento di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena proviene da una pigiatura di uve trebbiane e di uve dei tipici vitigni modenesi, quali ad esempio i lambruschi. Come detto in precedenza, alla La Cà dal Nôn è fondamentale che la produzione segua l’andamento stagionale: il gelo invernale dona limpidezza al balsamico e il torrido caldo estivo concentra gli zuccheri, l’acidità e i sapori, mentre la temperatura mite in autunno e primavera consente le attività microbiologiche.

Il resto è tutto in mano al tempo. Solo dopo almeno 12 anni di travasi e rincalzi, e 25 anni per il prodotto extra vecchio, si può iniziare a prelevare il prodotto dalla botte più piccola della serie per sottoporlo al giudizio della commissione d’assaggio.

“Extravecchio” e Aceto Balsamico Tradizionale di Modena: i prodotti di punta

lacadelnon aceto

L’aceto Balsamico tradizionale di Modena Extravecchio di La Cà dal Nôn, non è un semplice aceto ma un profumo pregiatissimo che arricchisce i piatti esaltandone il sapore, grazie al perfetto bilanciamento da dolcezza ed acidità. L’affinamento in botte che avviene per 25 anni e viene seguito con cura e passione, è un prodotto frutto di grande artigianalità dei maestri acetai che hanno grande esperienza tramandata di generazioni che consente di ottenere un balsamico di di grande qualità.

aceto extravecchio la ca del non

A differenza dell”Extravecchio”, l’aceto Balsamico tradizionale di Modena di La Cà dal Nôn subisce un invecchiamento di almeno 12 anni, che gli conferisce un profumo intenso ma delicato e persistente. La particolarità di questo balsamico è il tempo e la cura che gli viene dedicata. Il mosto, una volta all’anno, viene travasato e reincalzato secondo il metodo tradizionale proprio come faceva nonno Alfonso quando iniziò.

Sono proprio realtà come queste che spingono noi di OlivYou a farti conoscere il mondo dell’aceto balsamico di qualità. Qui si vede quanto sono importanti passione e tradizione che consentono dar vita a prodotti di assoluta eccellenza come quelli di La  dal Nôn.

Scopri entrambi gli aceti balsamici tradizionali di Modena di La Cà dal Nôn su OlivYou

 

Copyright © 2021 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.