La Fattoria Ramerino di Filippo Alampi

Sulle colline a sud di Firenze sorge la Fattoria Ramerino. Un’eccellenza nel mondo dell’olivicoltura.  Il territorio del comune di Ripoli già all’epoca del granducato veniva considerato l’orto della città da cui provenivano frutta e verdura vendute nei principali mercati cittadini.  Filippo Alampi oggi alla guida dell’agricola arriva a Firenze da Rovigo nel 1981. Successivamente si sposta sull’isola d’Elba dove inizia a lavorare nell’azienda olivicola e vitivinicola di famiglia e ad appassionarsi a questo mondo. La famiglia Alampi-Borletti acquista i terreni di Ripoli nel 2000 riuscendo in quattro anni a convertire la coltivazione all’agricoltura biologica e ottenendo la certificazione nel 2004.

Chi è Filippo Alampi

Filippo Alampi è un imprenditore agricolo di prima generazione che dal 2000 si occupa di questo splendido terreno 365 giorni l’anno. Appassionato di olivicoltura non si perde nessuna fase della lavorazione delle piante. Da sempre segue meticolosamente tutte le fasi di lavorazione e sviluppo delle piante assistito anche da un team di esperti collaboratori.

Filippo inoltre si occupa di tutte le fasi di trasformazione della pianta dal frutto a quello che ne deriva: un olio extravergine di altissima qualità. In pochi anni è riuscito a rivoluzionare una fattoria che prima veniva gestita da un solo contadino a cui la coppia svizzera di proprietari aveva affidato tutto.

Vincitore di numerosi premi sia nazionali che internazionali, Alampi è riuscito ad aprire i mercati esteri agli eccellenti prodotti di Fattoria Ramerino. L’agricola è riuscita ad espandersi sul mercato americano, giapponese, ucraino e estone. Una crescita esponenziale che ha portato Fattoria Ramerino ad essere un’azienda dinamica e a porre sempre maggior attenzione alla qualità del prodotto garantendo la soddisfazione nei confronti del consumatore. Insomma un vero e proprio ambasciatore dell’eccellenze olivicola Made in Italy nel mondo.

Il territorio e gli ulivi millenari

Le terre della Toscana come ben sappiamo sono territori di eccellenza per quanto riguarda la produzione olivicola, vinicola e alimentare in genere. Fattoria Ramerino possiede circa 50 ettari e la superficie coltivata è in prevalenza ad olivo, 5.500 piante in prevalenza millenarie. La buona esposizione al sole permette un’ottima coltivazione. L’impianto è tradizionale e Filippo ha deciso di rappresentare al meglio la Toscana coltivando varietà di Moraiolo, Frantoio e Leccino piante che vengono allevate con la tecnica del vaso policonico. Una realtà, quella della fattoria Ramerino che come già accennato viene gestita secondo i principi dell’agricoltura biologica. La concimazione viene fatta solo ed esclusivamente con  prodotti di tipo organico, il terreno viene controllato grazie alla tecnica dell’inerbimento che permette di proteggere la coltivazione dalle piogge e dalle erosioni del terreno. Le potature infine permettono di controllare le malattie degli olivi e, quando necessario vengono effettuati interventi di tipo naturale.

 

L’oro verde di Ripoli

L'olio extravergine della tradizione: il Guadagnòlo Primus
L’olio extravergine della tradizione: il Guadagnòlo Primus

IL RICHIAMO DELLA TRADIZIONE L’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA GUADAGNOLO  è un prodotto che immediatamente ci catapulta nella tradizione toscana. Il Guadagnòlo era infatti un antico recipiente dove venivano appoggiati gli attrezzi usati per la molitura. Sul fondo del recipiente si raccoglieva l’olio che grondava da questi e da qui veniva recuperato, andando a costituire un “guadagno” che veniva diviso dai frantoiani. “Primus” è il prodotto di punta dell’agricola Ramerino. Un blend di Moraiolo, Frantoio, Leccino e altre varietà minori. Un fruttato intenso che si sposa benissimo con le lenticchie arrostite, i carpacci di carne e i formaggi stagionati.

L'olio extravergine delicato della tradizione: il Guadagnòlo Dulcìs
L’olio extravergine delicato della tradizione: il Guadagnòlo Dulcìs

LA DELICATEZZA DELL’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA “GUADAGNOLO DULCIS” Un olio che come il primo richiama la tradizione in modo più delicato. Il fruttato infatti è leggero adatto a piatti più delicati. Equilibrato sia nell’amaro che nel piccante è perfetto se abbinato a insalate di farro, zuppe d’orzo, pollo, molluschi gratinati.

L'olio extravergine della tradizione: Moraiolo
L’olio extravergine della tradizione: Moraiolo

IL RICHIAMO ALLA VERDE CAMPAGNA TOSCANA: L’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA MORAIOLO: L’olio extravergine di oliva “Moraiolo” richiama la campagna verde toscana grazie ai suoi sentori erbacei che lo rendono ricco e corposo. Un fruttato intenso che è perfetto con antipasti di tonno, cacciagione in umido e formaggi stagionati.

L'olio extravergine della tradizione: Frantoio
L’olio extravergine della tradizione: Frantoio

IL RICHIAMO ALLA VERDE CAMPAGNA TOSCANA: L’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA FRANTOIO è prodotto con la cultivar perfetta per la Fettunta, una merenda tipica toscana a base di pane e olio. La cultivar toscana per eccellenza che esalta lo spirito degli agricoltori con amaro e piccanti che spiccano. Un fruttato medio-intenso perfetto con l’agnello al forno, la carne alla brace e ideale sul pane come merenda.

Copyright © 2017 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.