Gli oli dell’Umbria

Trevi e le sue meravigliose distese di olivi

L’Umbria è una delle regioni italiane a maggiore vocazione olivicola e la prima in Italia a fregiarsi storicamente della Denominazione di Origine Protetta. La zona collinare che va da Spoleto ad Assisi, con le sue suggestive distese di ulivi, rappresenta uno dei caratteri peculiari del territorio. L’olivicoltura in Umbria infatti ha origini antichissime. Gli Etruschi furono i primi ad intuire la predisposizione dei terreni umbri a tale attività; già nel I° secolo a.C. tra le produzioni agricole esistenti quella dell’olio in Umbria assunse un ruolo primario. Orvieto, anticamente conosciuta come Volsinio, riuscì ad estendere rapidamente la propria popolarità proprio grazie alla coltivazione di questa pianta. Otricoli, invece, situata a poca distanza dalle rive del Tevere, era conosciuta come “Porto dell’olio”; da tale località partivano i carichi d’olio destinati alla Capitale.

Un aspetto peculiare dell’Umbria è il fatto che la produzione di olio interessi gran parte della regione. È soprattutto la fascia appenninica, che ospita località come Assisi, Foligno, Spello e Spoleto, ad offrire numerosi terreni coltivati ad uliveti. Un altro punto a favore è la sua eterogeneità territoriale, garanzia di una produzione che si differenzia in base all’area interessata. Il successo della grande richiesta di olio umbro online è data dalle condizioni climatiche e le caratteristiche morfologiche di questa regione non bagnata dal mare, che favoriscono l’estrazione di un olio extravergine in grado di distinguersi per l’ottima qualità. Una coltivazione che vede protagonisti più di 27.000 ettari di terreno, comprendenti quasi 4,3 milioni di piante.

L’oro verde dorato dell’Umbria

Sono 30.000 i produttori coinvolti nella vendita di olio extravergine di oliva in Umbria. Alle varietà autoctone (Moraiolo, Pendolino, San Felice, Rajo a Dolce Agogia) si affiancano Leccino e Frantoio; è dalla combinazione e diversa percentuale di tali varietà che si ottiene l’olio umbro DOP. L’olio extravergine DOP dell’Umbria è un prodotto unico: dal colore verde con riflessi dorati, con note fruttate mediamente intense e connotazioni erbacee, quest’olio è robusto al gusto e rimanda al naso sentori di carciofo e cardo, con finale piccante in evidenza. 

In base all’area di produzione l’olio extravergine DOP si differenzia in 5 menzioni geografiche: Olio DOP Colli del Trasimeno, Colli Amerini, Colli Martani, Colli Orvietani e Colli Assisi-Spoleto.

Il logo del consorzio di tutela dell’olio DOP Umbria

Particolarmente apprezzato è l’olio extravergine di oliva DOP del Trasimeno, dal fruttato medio-leggero, è ideale per mettere in risalto le ricette di pesce ed i formaggi tipici del territorio umbro. Sono i sentori vegetali a caratterizzare l’olio prodotto nella zona di Spoleto-Assisi, un fruttato con forte sensazione di amaro e piccante, perfetto per accompagnare carpacci di carne, legumi bolliti o zuppe di verdure. Chi è alla ricerca di un olio dotato di una leggera sensazione amara e piccante, può orientare le proprie scelte sull’olio DOP Colli Amerini, condimento ottimale per carni bianche alla griglia. Colli Martani è un fruttato medio-intenso che ben si accompagna a bruschette, insalate e formaggi a pasta dura, mentre colli Orvietani trova la sua massima espressione quando abbinato ad insalate di funghi porcini, zuppe di verdure e formaggi di media stagionatura grazie al carattere di media intensità.

Oggi i frantoi in Umbria sono moltissimi: l’olivo, insieme alla vite, è la principale coltura della regione e ha un rilevante peso economico. L’olio extravergine di oliva in Umbria lascia una “scia” tutta da percorrere, un tragitto segnato dalle famose Strade del Vino e dell’Olio che fanno parte del panorama e della cultura della regione. Itinerari che esprimono i sapori forti del moraiolo, quelli eleganti del frantoio, del leccino e delle altre cultivar storiche. Da Viola fino al Frantoio Ranchino, Gaudenzi e Batta, l’Umbria ci parla dello strepitoso sapore dei suoi oli grazie al duro lavoro di questi produttori artigianali.

Uno dei sentieri delle Strade del Vino e dell’olio: da Spoleto ad Assisi immersi fra gli olivi
Copyright © 2017 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. All rights reserved