Cerasuola

La Sicilia è senza dubbio la patria italiana delle cultivar. In tutto il territorio ci sono infatti 28 diverse varietà di olive. e tra queste spicca la Cersuola. Dai suoi frutti e da quelli di altre 8 varietà locali ( Biancolilla, Moresca, Nocellara Etnea,  Nocellara del Belice, Ogliarola Messinese e Tonda Iblea) si ricava la maggior parte dell’olio extravergine siciliano noto e apprezzato in tutto il mondo.

Le cultivar di Cerasuola si trovano principalmente nel versante nord-occidentale della Sicilia, in provincia di Palermo e di Trapani. Meno diffuse invece lungo il versante sud-occidentale dell’isola, dove le troviamo solo a  Sciacca, in provincia di Agrigento.

Gli oliveti di San Vito Lo Capo in provincia di Trapani

La Sicilia fa parte delle tre regioni d’Italia con la maggior produzione di olio extravergine di oliva. Con quasi 14 mila tonnellate di olio ottenute nell’ultima campagna olearia (2016/2017) si colloca al terzo posto alle spalle della Puglia e della Calabria. Le caratteristiche naturali del suo territorio e il clima soleggiato e mite consento agli olivi di fiorire rigogliosi in tutto il territorio, dall’entroterra fino alla costa.

Caratteristiche organolettiche

La Cerasuola è frutto di olivi forti e vigorosi. Le sue particolari qualità fanno si che per rendere al meglio debba essere coltivata in alternanza con la Nocellara del Belice e Biancolilla. Grazie al connubio con le peculiarità di queste cultivar la sua resa di olio extravergine è elevata e costante durante tutto l’anno.

L’olio evo (acronimo di olio extravergine di oliva) prodotto da varietà di olive Cerasuola è di colore verde tenue con sinuosi riflessi dorati. Il suo profumo è squisitamente fresco ed intenso, con un aroma fruttato ed erbaceo che rimanda al carciofo e al pomodoro maturo. Al palato emerge pienamente il suo lato morbido, con note vegetali e sensazioni di amaro e piccante armoniche e ben equilibrate.

Abbinamenti

L’olio extravergine di oliva che nasce d questa varietà di olive simbolo della Sicilia è estremamente versatile, grazie al suo gusto particolarmente deciso. Perfetto per esaltare le saporite insalate di mare con pesce fresco siciliano. Lo possiamo abbinare anche a frittate con verdure di campo, come gli asparagi selvatici. Infine se siamo amati della carne non ci resta che provarlo assieme ad un gustoso filetto di maiale al pepe verde.

L’insalata di mare siciliana, ottima con olio extravergine da varietà di olive Cerasuola

Un mare di olio extravergine

La varietà di olive Cerasuola è  protagonista di moltissimi oli extravergine siciliani. Accanto ad altre cultivar locali Biancolilla e Nocellara del Belice la possiamo trovare nei migliori oli di queste terre.

La provincia di Trapani è da sempre patria dell’olio buono e gli oli extravergine, riuniti sotto la Dop Valli Trapanesi, nascono proprio qui. Il loro fruttato varia dal medio all’intenso e trasmette a pieno le note aromatiche di amaro e piccante deciso proprie della Sicilia. Il colore è giallo dorato con fini rilessi di verde, mentre al naso sono pieni e avvolgenti. I migliori oli Biologici e Dop siculi sono il frutto di queste varietà autoctone, li possiamo degustare in abbinamento ad antipasti e primi piatti di pesce e con le carni rosse e di pollo.

Set degustazione oli siciliani Cutrera

Dalla Cerasuola e delle altre cultvar siciliane nascono anche raffinati oli extravergine monovarietali. Per assaporarne al meglio le note aromatiche Frantoi Cutrera ci regala una selezione di 6 oli extravergine Gran Cru in formato da 100 ml.  Tutta l’intensità dell’olio evo siciliano è racchiusa in questa elegante confezione, possiamo così lasciarci trasportare dal fruttato dell’extravergine di Moresca, Biancolilla, Cersauola, Nocellara del Belice, Nocellara Etnea e Tonda Iblea.

Per scoprire tutti i segreti dell’olivicoltura siciliana non perdere il nostro articolo dedicato agli “Oli della Sicilia”.

Copyright © 2017 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. All rights reserved