Frantoio Benza e l’antica tradizione olivicola ligure

Gigi Benza è un olivicoltore appassionato di olio in modo profondo. Fin da bambino sognava di dedicarsi agli ulivi e al frantoio di famiglia. Oggi lo gestisce con fierezza portando avanti la tradizione iniziata nel ‘400, producendo oli meravigliosi, pieni di profumo, sapore e di alta qualità organolettica.

Storia del Frantoio Benza

Sono passati più di cento cinquanta anni dall’acquisto del primo frantoio dei Benza. Il bisnonno di Gigi, acquistò il Vecchio Gombo di Dolcedo, il più grande e tipico frantoio della Val Prino, una valle alle spalle di Imperia che parte dal mare e resta protetta da due catene di colline ricoperte di oliveti.  Oggi la struttura è completamente nuova ma ciò che si sente è proprio la cultura di una storia vissuta e praticata ogni giorno.

Di tradizione contadina i Benza sono convinti che un buon olio nasca da un’ottima lavorazione, da grandi competenze, ma soprattutto da una buonissima materia prima. Nelle loro campagne hanno perciò all’attivo 8.000 alberi curati e coltivati direttamente da loro, tutti di sola varietà Taggiasca e nel frantoio di proprietà producono il pregiato oro verde.

L’orgoglio più grande dei Benza è la fedeltà che dimostrano i sempre più numerosi clienti che ogni anno scelgono il loro olio e le grandi soddisfazioni che arrivano dagli articoli di diversi giornalisti che, assaggiato l’extravergine, scrivono  spontaneamente di questa bellissima realtà agricola.

Benza
L’antico frantoio familiare

Il Frantoio familiare

L’agricola familiare afferma che“la nascita di un grande olio ha un percorso affascinante e pieno di tradizione. E’ importante dedicarsi cura alla coltivazione delle olive e alla scelta dei migliori frutti”.

Gli ulivi dei Benza vengono perciò coltivati in un territorio in alta collina davvero incontaminato. La cultivar è appunto la Taggiasca, che qui ha trovato un habitat ideale.

Le fasi della lavorazione sono tradizionali: la bacchiatura a mano, la frangitura a pietra; l’impasto che viene tolto dalla macina e lavorato a mano.

Grazie agli insegnamenti tramandatigli dai nonni, i Benza si curano personalmente della realizzazione di tutti i loro oli. Partendo dalla raccolta possono vederli prendere forma sotto i loro occhi, seguendo la trasformazione  e mettendo tutta la loro passione ed esperienza nelle varie fasi della produzione. Si preoccupano costantemente di mantenere sempre alta la qualità del loro lavoro.

Benza
Il frantoio familiare

Grazie al frantoio tradizionale riescono a mantenere inalterati i sapori antichi ricchi di storia producendo un olio nella maniera più naturale possibile, senza l’ausilio di macchinari ma soltanto di una vecchia macina a pietra.

Al vecchio frantoio ne hanno poi affiancato, negli ultimi anni, anche uno moderno di ultima generazione a sistema continuo, con macchinari all’avanguardia rispettosi della massima igiene, con il quale realizzano il resto della produzione di extravergine.

L’olio extravergine di oliva Dulcèdo

Il nome è un omaggio latino a Dolcedo, capoluogo della bassa Val Prino, un territorio vocato alla coltivazione dell’olivo fin dal Quattrocento. Quest’olio extra vergine prodotto col frantoio a ciclo continuo, rappresenta il Nuovo, con la tendenza a ricercare oli più saporiti e gustosi, più ricchi di polifenoli.

Le olive sono raccolte ancora verdi o appena invaiate anche se si rinuncia a una maggiore resa di olio per quintale e faticando maggiormente nella raccolta.

L’olio extravergine di oliva Dulcèdo alla vista si offre di un bel colore giallo dorato intenso con nuance verdoline, non filtrato. Al naso è ampio e avvolgente, con eleganti note vegetali di carciofo, lattuga e sentori balsamici di basilico, menta e rosmarino. In bocca è complesso e fine, con toni di cicoria di campo e decisa chiusura di mandorla. Amaro spiccato e piccante presente e ben armonizzato.

L’olio extravergine di Frantoio Benza è acquistabile online su OlivYou.com

Copyright © 2019 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.