Massimo Mosconi e il progetto Emozioneolio

Massimo Mosconi è un ottimo esempio di come si possa iniziare subito alla grande seguendo le proprie passioni. Massimo è un medico, ma la sua grande passione per la campagna lo ha spinto verso un’avventura che con il supporto della famiglia e di consulenti altamente professionali è riuscito a seguire. Infatti oggi Massimo è un olivicoltore capace che propone oli complessi e di gran carattere.

Il progetto Emozioneolio 

Massimo Mosconi, il suo socio Angelo D’Auria e i loro collaboratori credono fortemente nella qualità e nel rispetto degli equilibri della natura. Per loro, l’olio è come un’opera d’arte, da osservare, vivere e da cui lasciarsi trasportare alla scoperta di nuove sensazioni ed emozioni.

Da quest’idea di olio come opera d’arte nasce, nel 2012, il progetto Emozioneolio, che dà origine a un extravergine unico, coltivato nel territorio che circonda Serrungarina, tra Pesaro e Urbino.

Da qui emerge la grande passione per la qualità dei prodotti che ne derivano, i quali esprimono emozioni ed esperienze sensoriali sotto forma di sensazioni olfattive e gustative ormai dimenticate.

L’olio è sempre stato sin dall’epoca antica un elemento fondamentale per la nostra alimentazione e per questo va sapientemente seguito ancor prima della sua nascita, dalla pianta fino alla molitura, per poter fargli esprimere tutte le sue potenzialità come un’opera d’arte.

Massimo Mosconi
Il territorio

La tenuta agricola di Massimo Mosconi

La tenuta sorge fra le colline che delimitano la sponda sinistra del basso Metauro, a poco più di due chilometri dallo splendido borgo di Serrungarina. Grazie alla visione avanguardista del team, la realtà si contraddistingue a livello nazionale e internazionale con un export consolidato verso il Giappone, Stati Uniti e Nord Europa.

I 3 ettari di uliveto di proprietà sorgono sulle colline pesaresi e in parte sono inclusi nei confini della Dop Cartoceto.

L’oliva viene raccolta fra gli inizi di ottobre e la metà di novembre, in base al tipo di olivaggio e al grado di maturazione e viene poi molita nella stessa giornata. La molitura entro le 24h è fondamentale per preservare tutte le caratteristiche organolettiche dell’olio in modo da avere un brevissimo lasso di tempo fra raccolta e spremitura.

In questo modo si otteniene il massimo risultato sotto il profilo chimico e organolettico. La qualità degli oli che ne deriva è pregevole e ognuno di essi esalta le proprie caratteristiche su ogni piatto.

Massimo Mosconi
Gli uliveti all’interno del territorio

Gli oli extravergine

Da questo progetto nascono tre monovarietali (raggiola, leccino, moraiolo). E tre blend sapientemente composti di volta in volta con gli olivaggi che meglio esprimono le loro potenzialità in quell’annata (raggiola, frantoio, leccino, moraiolo, peranzana, gentile di Chieti, maurino, pendolino).

Sono situati nelle splendide colline marchigiane nella zona di Pesaro (Serrungarina, Novilara, Cartoceto) e ai piedi della Maiella in territorio d’Abruzzo.

I tre monovarietali e i tre blend rendono l’assaggio una vera Emozione!

Olio extravergine di oliva “Risveglio”

Il monocultivar “Risveglio”

L‘olio extravergine di oliva “Risveglio” vince il premio come Miglior Fruttato Intenso del 2019.

Il monovarietale Raggiola, tipica cultivar marchigianaè al naso è pieno e complesso, perfettamente equilibrato tra amaro e piccante, giocato su sentori vegetali come la mandorla verde, il carciofo e l’erba, che lasciano spazio anche a note più balsamiche.

Si accompagna perfettamente a bruschette con pomodoro, carpaccio di polpo, insalate di pesce spada, radicchio arrosto, zuppe di carciofi e primi piatti con salsiccia!

L’olio extravergine di Massimo Mosconi è acquistabile online su OlivYou.com

Copyright © 2019 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.