Taggiasca

Il simbolo della Liguria: la Taggiasca

La Taggiasca è una cultivar tipica della Liguria, diffusa soprattutto nella provincia di Imperia. Ad introdurre i primi semi nel nostro Paese furono i monaci originari di Sant’Onorato, isola appartenente all’arcipelago francese di Lerins. In seguito la coltivazione si è concentrò a Taggia, nei pressi di Sanremo, dove i Benedettini selezionarono le olive per ottenere la varietà attuale; da qui il nome scelto per questa cultivar. Attualmente, la produzione ha luogo nella valle di Albenga, estendendosi fino a Monaco. Proprio la presenza delle valli permette ai terreni di beneficiare di un’ottima esposizione al sole e della brezza marina. Allo stesso tempo le piante sono protette da temperature eccessivamente basse, godendo di un clima temperato.

Gli alberi di Taggiasca sono imponenti, tanto da poter raggiungere i 15 metri di altezza. A sorprendere è anche la loro longevità, che li porta a produrre drupe per periodi superiori ai 600 anni nonostante la bassa resistenza al freddo, alla siccità ed alla rogna. La maturazione dei frutti è tardiva ed avviene in modo scalare. Nonostante le dimensioni delle olive siano ridotte, queste ultime vengono utilizzate con successo sia come olive da mensa che per produrre un eccellente olio extravergine.

La Taggiasca è una delle olive da tavola più amate

Caratteristiche organolettiche

L’olio di oliva taggiasca si presenta giallo chiaro con lievi sfumature verdoline; è un fruttato medio-leggero, con sentori di mandorla e carciofo. Al palato l’olio extravergine di Taggiasca è delicato e morbido, con amaro e piccante in equilibrio e con richiami di mela e mandorla con piccante, lieve, in chiusura.

La Taggiasca esalta il sapore di ricette semplici come gli spaghetti al pomodoro

Abbinamenti

In cucina l’olio extravergine di olive taggiasche esalta il sapore di ricette delicate, in particolare quelle che vedono come protagonista pesce bollito o alla griglia. A crudo si sposa ottimamente con primi piatti al pomodoro ed insalate di valeriana o lattuga. Viene impiegato anche nella preparazione di conserve a base di pesce, dolci.

Le DOP da taggiasca

L’olio di olive taggiasche costituisce almeno il 90% della DOP Olio Extravergine di Oliva Riviera Ligure, sottozona Riviera dei Fiori, ed almeno il 50% di quello della sottozona Riviera del Ponente Savonese. L’olio extravergine di oliva taggiasca, fruttato e aromatico, nel 1997 si è visto riconoscere questo marchio Dop.

L’olivicoltura è una tradizione della famiglia Anfosso

Solo il meglio

Una grande cultivar come la Taggiasca ha bisogno di molte attenzioni ed in questo i fratelli Anfosso sono un ottimo esempio da seguire. Dal 1945 gli Anfosso hanno iniziato a trasformare le olive della propria tenuta in un olio extravergine di grande qualità. Dall’olio extravergine fino ad altre specialità, la ricerca fraterna dell’eccellenza, il rispetto della tradizione e l’amore per questa cultivar vanno avanti giorno dopo giorno per dare prodotti genuini e di altà qualità.

Copyright © 2017 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. All rights reserved