Bosana

È il Sassarese, in Sardegna, la zona nella quale la coltivazione della cultivar Bosana  è posta in maggiore evidenza. Questa varietà, ad ogni modo, riesce a crescere anche in altre aree, la Nurra in particolare, tanto da risultare la cultivar più diffusa della Sardegna. Una caratteristica distintiva della cultivar è la produzione costante con un’elevata resa in olio. I frutti sono di medie dimensioni, a forma ovoidale e dotati di minuscole lenticelle. Le olive, dal colore verde, a maturazione virano al nero.

Caratteristiche organolettiche

L’olio extravergine di oliva Bosana, giallo oro dai riflessi verdolini, si presenta come un elegante fruttato di media intensità di tipo erbaceo in grado di sorprendere il palato per il suo gusto fresco e per le punte amare e piccanti in armonia. Un olio dai profumi erbacei che in bocca sprigiona note di mela e frutta bianca, sopratutto in chiusura.

Abbinamenti

In cucina l’olio extravergine di oliva Bosana si sposa perfettamente a molti piatti della tradizione sarda e non solo: alle carni rosse, regalando il meglio se abbinato ai carpacci. Si rivela ottimo anche per completare le bruschette, per condire verdure crude, alla griglia o per donare un pizzico di gusto in più a zuppe e minestroni. Anche se normalmente la Bosana, in virtù dell’ottima resa delle piante, viene impiegata per produrre questo olio extravergine di qualità, è possibile assaporare il frutto direttamente come oliva da tavola. Queste olive, estremamente gustose, sono estremamente versatili e di solito consumate come olive a “scabecciu“, ricetta tipica della tradizione sarda, sott’olio, in salamoia oppure schiacciate. Sott’olio con aglio e peperoncino, in salamoia con finocchietto oppure sotto forma di patè condito con aceto, le olive Bosana arricchiscono le portate e donano un olio extravergine che si sposa a moltissimi piatti.

La DOP da Bosana

Il logo del consorzio di tutela dell’olio Sardegna DOP

La Sardegna è l’ambiente adatto allo sviluppo dell’olivo. Grazie al clima, al terreno ed al sole, quest’isola produce oli dalle caratteristiche particolari. è dalle varietà autoctone come la Bosana che si ottiene l’olio Sardegna DOP: un olio verde giallo dal fruttato medio che all’olfatto esprime sentori di carciofo ed erbe, mentre al palato rivela un amaro e piccante deciso, leggermente astringente. La denominazione Sardegna DOP è riservata all’olio extravergine di oliva estratto nelle zone della Sardegna indicate nel disciplinare di produzione e ottenuto per l’80% dalle varietà Bosana, Tonda di Cagliari, Nera (Tonda) di Villacidro, Semidana ed i loro sinonimi. Al restante 20% concorrono le varietà minori presenti nel territorio, che comunque non devono incidere sulle caratteristiche finali del prodotto.

La Bosana è una varietà che sprigiona i profumi ed i sapori sardi; lo sanno bene produttori come Accademia Olearia o Fratelli Pinna, che da tempo immemore si dedicano alla coltivazione di questo frutto che porta in sè tutto il meglio dell’Isola.

La Bosana da tavola
Copyright © 2017 OlivYou Magazine by OLIVYOU S.r.l. All rights reserved